Orvieto

Orvieto è un piccolo gioiello medievale della provincia di Terni, che si affaccia sulla valle del fiume Paglia.
Qui natura, storia, buon cibo, tradizione artigianale e panorama incontaminato la fanno da padroni.
Visitare Orvieto è come fare un viaggio nel tempo: vi ritroviamo infatti le tracce di ogni epoca per quasi tre millenni.

news_14Tappa obbligata della passeggiata nella città umbra è senza dubbio il Duomo, capolavoro gotico, la cui facciata è decorata con bassorilievi e sculture dell’architetto senese Lorenzo Maitani.
L’interno è impreziosito dalla Cappella del Corporale, che custodisce il corporale del miracolo di Bolsena, e dalla Cappella della Madonna di San Brizio, famosa per i suoi meravigliosi affreschi.

Proseguendo nel nostro itinerario, una visita la meritano i due pozzi più famosi di Orvieto: il pozzo della Cava e il pozzo di San Patrizio.
Il primo è caratterizzato da un suggestivo percorso sotterraneo, fatto di grotte in cui vengono raccolti importanti ritrovamenti archeologici etruschi, medievali e rinascimentali.
Il pozzo di San Patrizio colpisce invece per la sua profondità: ben 62 metri, che si traducono in 248 scalini per poter godere appieno dell’opera.

Non da meno è la città sotterranea, un vero e proprio mondo parallelo creato dall’uomo sotto al centro storico di Orvieto, fatto di oltre 1200 grotte, cuniculi, pozzi e cisterne.
Oggi la modernità permette di ammirare e gustare fino in fondo la bellezza di questa perla dell’Umbria: l’accesso alla città è infatti reso agevole e suggestivo dalla funicolare, che in due minuti porta da Orvieto Scalo a piazza Cahen, nel pieno centro storico.
In alternativa, è possibile usufruire degli ascensori e delle scale mobili, segni di una città che si vuole a misura d’uomo per cittadini e turisti.

Art. di Marilisa Granieri

125total visits,3visits today